La nostra Associazione vuole parlare delle grandi sfide globali, dei diritti delle persone e della loro dignità, con il linguaggio dell’arte in Italia e nel mondo. In particolare, l’arte partecipativa è la forma che abbiamo scelto per sensibilizzare, coinvolgere, comunicare e orientare il cambiamento culturale e civile.
BEAWARENOW promuove la creatività, lo sviluppo del potenziale umano, il protagonismo civile dei giovani, l’empowerment delle persone più vulnerabili. Si rivolge alle scuole, ai ragazzi e alle loro famiglie, alle realtà profit e non profit, alle Istituzioni e ai possibili stakeholders.
BEAWARENOW interviene su questioni sociali di particolare rilevanza per la comunità locale, nazionale e internazionale attraverso processi e progetti di breve, medio e lungo termine, iniziative culturali e artistiche, mirando alla diffusione della conoscenza dei fenomeni sociali e alla consapevolezza dei diritti fondamentali dell’essere umano.

Crediamo che per raccogliere le grandi sfide sociali di questo secolo ciascuno debba essere chiamato a partecipare alla trasformazione in atto, mettendo in gioco la propria responsabilità e la propria creatività.
In BEAWARENOW l’arte diventa esperienza fisica e mentale di sé e dell’altro. Attraverso suoni, immagini, sensazioni condividiamo la definizione di processi e la costruzione di messaggi al servizio dell’essere umano, della sua crescita. Nella dimensione della partecipazione viene interpretata e rivista la relazione dell’artista con il suo “pubblico” che è attore e spettatore allo stesso tempo, generatore lui stesso di emozione e di energia, intelligenza attiva tra intelligenze attive.

Il nostro strumento di comunicazione è l’arte partecipativa, un’esperienza non contemplativa ma attiva che si compie nel momento stesso della sua fruizione ed è precisamente il gesto che viene proposto, richiesto che genera la consapevolezza. È l’azione che richiama all’azione. L’arte è sì godimento estetico ma è anche – e soprattutto – un’esperienza che stimola la coscienza. L’arte diventa così un seme, mutuando le parole di Joan Mirò, che, come linguaggio, mostra ed esprime tutta la sua natura conoscitiva e comunicativa. Si è scelto di lasciare questo seme nelle menti dei più giovani, ma attraverso di loro si intende animare un processo di sensibilizzazione dell’intera comunità.


BE AWARE OF SEX TRAFFICKING

PROGETTI IN CORSO

NEWS ED EVENTI

TESTIMONIANZE