FILMOGRAFIA

ESSERE DONNE (1964)

Regia: Cecilia Mangini

Sinossi: Il documentario è tra le prime indagini cinematografiche sulla condizione femminile in Italia, analizzata nei suoi diversi aspetti: economici, sociali, psicologici, di costume. Partendo dai modelli femminili proposti dall’industria culturale – le dive del cinema e le modelle dei settimanali di moda – il film ricerca le sue protagoniste tra le donne vere, di tutte le età e di tutte le regioni: operaie che lavorano nelle fabbriche, contadine, lavoratrici a domicilio, braccianti, emigranti, casalinghe, donne anziane e ragazze giovanissime che accudiscono ai lavori di casa e alla sorveglianza dei bambini mentre le madri sono al lavoro; lavoratrici che partecipano alle lotte sindacali per la difesa del posto di lavoro, contro i licenziamenti, contro lo sfruttamento nelle fabbriche e nelle campagne, contro il ricorso al lavoro a domicilio per violare le leggi; lavoratrici che partecipano alle lotte per la pace, per la difesa della libertà e della democrazia, insieme a tutti i cittadini democratici e progressisti.

IL CORPO DELLE DONNE (2011)

Regia: Lorella Zanardo, Marco Malfi Chindemi, Cesare Cantù
Sito del documentario: www.ilcorpodelledonne.net

Sinossi: Il corpo delle donne è il titolo del nostro documentario di 25′ sull’uso del corpo della donna in tv. Siamo partiti da un’urgenza. La constatazione che le donne, le donne vere, stiano scomparendo dalla tv e che siano state sostituite da una rappresentazione grottesca, volgare e umiliante. La perdita ci è parsa enorme: la cancellazione dell’identità delle donne sta avvenendo sotto lo sguardo di tutti ma senza che vi sia un’adeguata reazione, nemmeno da parte delle donne medesime. Da qui si è fatta strada l’idea di selezionare le immagini televisive che avessero in comune l’utilizzo manipolatorio del corpo delle donne per raccontare quanto sta avvenendo non solo a chi non guarda mai la tv ma specialmente a chi la guarda ma “non vede”. L’obbiettivo è interrogarci e interrogare sulle ragioni di questa cancellazione, un vero ” pogrom” di cui siamo tutti spettatori silenziosi. Il lavoro ha poi dato particolare risalto alla cancellazione dei volti adulti in tv, al ricorso alla chirurgia estetica per cancellare qualsiasi segno di passaggio del tempo e alle conseguenze sociali di questa rimozione.

Piccole cose di valore non quantificabile [corto] (1999)

Regia: Paolo Genovese e Luca Miniero

Sinossi: un brigadiere dei Carabinieri registra la curiosa denuncia di una ragazza che sostiene di essere stata derubata di tutti i sogni.

Io non ho – io ho la vita [corto] (2009)

Regia: Veronica Flora
Sinossi: le storie di due donne, un’italiana e una rumena, emergono in un flusso di coscienza che prende corpo nella contemplazione del risveglio della primavera.

Lavoro (s)velato [corto] (2010)

Regia: Silvia Novelli
Sinossi: Due donne sul balcone ci (s)velano la verità: spesso il pregiudizio è il vicino di casa più pericoloso.

Stella [corto] (2011)

Regia: Gabriele Salvatores

Sinossi: La storia, ambientata in parte negli anni ’80 e in parte al giorno d’oggi, racconta la fiducia che può nasce tra due donne grazie alla solidarietà e alla comprensione, ma con una sorpresa.

Anna [corto] (2014)

Regia: Giuseppe Marco Albano

Sinossi: Anna lavora come operaia in una fabbrica di vetro. Quando scopre di essere incinta, si trova nella difficile posizione di dover scegliere tra la maternità e il posto di lavoro.

Violenti anonimi [corto – animazione] (2014)

Regia: Riccardo Di Mario, Ludovica Ottaviani, Sara Tarquini

Sinossi: Uno spot animato per riflettere. “Violenti Anonimi” affronta un tema durissimo con l’arma del sorriso amaro.

La violenza sulle donne trasforma anche te [spot] (2014)

Committente: LARA – Lavorare in Rete per l’Antiviolenza

Sopra Elevata – Over [corto – sperimentale] (2015)

Sopra Elevata – Over Pass by Emanuela Liverani (5' 39'') from Emanuela Liverani on Vimeo

Regia: Emanuela Liverani

Sinossi: sulla via Prenestina c’è un oggetto urbanistico per la viabilità che nessuno vuole più ma che eppure è usata ogni giorno da migliaia di automezzi. Stanca di non essere presa in considerazione, la sopraelevata decide di parlare, di raccontare chi è veramente invitandoci nel suo mondo fatto di sogni, desideri, sofferenza e tentativi di fuga. La sopraelevata diventa così Sopra Elevata, un’anima femminile chiusa dentro un’armatura di cemento e metallo.

Due piedi sinistri [corto] (2015)

Regia: Isabella Salvetti

Sinossi: In un quartiere popolare di Roma, Mirko gioca a pallone con gli amici. Conosce Luana, seduta lì accanto. I due dodicenni si piacciono da subito, ma una cattiva sorpresa lascia Mirko senza fiato. Luana invece sorride felice, per la prima volta in vita sua.

BE AWARE OF SEX TRAFFICKING

PROGETTI IN CORSO

NEWS ED EVENTI

TESTIMONIANZE