Il progetto coinvolge un’ampia rete di scuole (circa 1200 studenti), enti e associazioni di due regioni pilota (Veneto e Lazio), crea strumenti innovativi e prevede la partecipazione e presentazione pubblica ad eventi di portata nazionale e internazionale.

Le scuole partecipanti

Le scuole partecipanti della Regione Lazio sono:
Liceo Statale Classico e Scientifico DEMOCRITO di Roma (Ente capofila della rete)
Istituto Comprensivo Civitavecchia 2
Istituto comprensivo “Don Lorenzo Milani” di Cerveteri

Le scuole partecipanti della Regione Veneto sono:
Istituto Comprensivo 3 di Bassano del Grappa,
Liceo Ginnasio “G.B. Brocchi” di Bassano del Grappa
Scuola internazionale “The English International School” di Padova.

Metodo

Al centro della metodologia di sensibilizzazione usata dal progetto c’è l’arte partecipativa. L’esperienza che si intende condividere è un’esperienza non contemplativa ma attiva che si compie nel momento stesso della sua fruizione ed è precisamente il gesto che viene proposto, richiesto che genera la consapevolezza.
L’elemento essenziale di formazione è quello di operare alla “pari” con gli studenti, formandoli e fornendo know how, dove necessario, accogliendo le loro proposte e le loro diverse forme di creatività – includendo tutte le forme d’arte, da quelle visive al teatro, dalla danza alla musica – anche attraverso una collaborazione sulle modalità di comunicazione e uso delle tecnologie.

Attività

Le attività proposte nelle scuole saranno similari e speculari, ma differenziate per valorizzare le competenze locali e territoriali che la ricchezza della rete di progetto offre. Saranno condotte le seguenti attività:

• Laboratori giuridici sui temi della Convenzione di Istanbul e della parità di genere, condotti da docenti esperti dell’Università Ca’ Foscari di Venezia nelle scuole del Veneto e da avvocati ed esperti dell’Associazione Garçon nelle scuole del Lazio.
• Laboratori di arte partecipativa finalizzata a offrire strumenti conoscitivi e stimolare la loro creatività per veicolare messaggi positivi contro le discriminazioni e le violenze di genere. Formatori e conduttori dei laboratori saranno docenti ed esperti di BEAWARENOW e della Onlus Methexis. Gli strumenti formativi che verranno proposti ai ragazzi nel corso dei laboratori artistici sono: scultura, regia, sceneggiatura, fotografia, danza e cinema.
• Un evento finale regionale sarà organizzato in ciascuna Regione in forma di installazione o performance, finalizzato a sensibilizzare l’intera popolazione studentesca, tutto il corpo docente, i genitori e le famiglie degli studenti e, laddove possibile, l’intera comunità locale (cittadini, istituzioni, associazionismo), rispetto al tema di progetto attraverso gli strumenti creati e ideati dagli studenti.

Eventi nazionali
I due programmi di intervento regionali confluiranno su alcuni strumenti e iniziative di portata nazionale e internazionale:

• Una rappresentanza delle scuole parteciperà all’evento presso la sede di Ca’ Foscari, sul tema della violenza di genere il 16 maggio 2017: un evento-performance in cui saranno coinvolti artisti, esperti internazionali sul tema, giovani e studenti.
• I prodotti video realizzati dai ragazzi troveranno uno spazio dedicato all’interno del MedFilm Festival di Roma dal 10 al 18 novembre 2017.

Obiettivi del progetto

Obiettivo dell’intervento, coerentemente alle finalità del bando, è contribuire ad un progressivo recepimento ed applicazione, sul piano socio-culturale, del Piano d’Azione straordinario contro la violenza sessuale e di genere attraverso “l’educazione alla parità e al rispetto delle differenze, in particolare per superare gli stereotipi che riguardano il ruolo sociale, la rappresentazione e il significato dell’essere donne e uomini, ragazze e ragazzi, bambine e bambini nel rispetto dell’identità di genere, culturale, religiosa, dell’orientamento sessuale, delle opinioni e dello status economico e sociale, sia attraverso la formazione del personale della scuola e dei docenti sia mediante l’inserimento di un approccio di genere nella pratica educativa e didattica”.

Obiettivi specifici

• Offrire a docenti e insegnanti delle scuole coinvolte momenti di approfondimento sul tema, nei suoi aspetti socio-culturali e legislativi (con riferimento sia allo scenario internazionale che allo specifico contesto nazionale e regionale di intervento), ma anche stimoli e strumenti pratici per l’utilizzo delle arti e delle nuove tecnologie nella didattica in forme partecipative e coinvolgenti per gli studenti;
• Promuovere modalità informali di educazione alla parità tra gli studenti delle scuole, adottando metodologie di arte partecipativa che favoriscano la diretta appropriazione e rielaborazione creativa dei principi e dei valori del rispetto delle differenze e del contrasto ad ogni forma di discriminazione e violenza, anche nelle sue forme più subdole (cyber-bullismo);
• Incoraggiare occasioni di confronto e scambio intergenerazionale sul tema tra gli studenti, i genitori e le famiglie, favorendone modalità di coinvolgimento indiretto durante l’attività laboratoriale e una partecipazione diretta nella presentazione pubblica finale dei lavori.

I partner del progetto

• L’associazione BEAWARENOW, associazione culturale con sede a Roma impegnata da anni sul tema della violenza di genere attraverso attività di sensibilizzazione pubblica ed educazione nelle scuole e nelle Università in Italia e all’estero, mediante la metodologia dell’arte partecipativa. L’Associazione ha ideato la proposta progettuale in accordo con la scuola capofila, coinvolgendo le altre realtà associative e le istituzioni scolastiche e universitarie.
• L’Università Ca’ Foscari di Venezia, Dipartimento di Economia che vanta una profonda expertise a livello nazionale e internazionale sui temi della Convenzione di Istanbul e potrà fornire i contenuti conoscitivi e culturali più adatti per la formazione di docenti e studenti.
• La Onlus Methexis di Roma promuove l’incontro tra cinema e formazione attraverso la realizzazione di rassegne tematiche e la visione guidata di film e documentari con l’obiettivo di avvicinare i giovani a temi di grande attualità come la tutela dei diritti umani e del dialogo interculturale.
• L’associazione Garçon di Civitavecchia, associazione di promozione sociale, antenna locale della piattaforma europea Eurodesk, formata da insegnanti, avvocati, operatori psico-sociali, impegnata da anni in attività educative e formative nelle scuole del territorio e in contesti di disagio giovanile (ad esempio nell’Istituto Penale Minorile di Casal del Marmo)

Prodotti finali

Saranno realizzati i seguenti prodotti:

• Spot video che avranno una durata standard di 60-90 sec. (formato video Quicktime full HD trasformato poi in mp4 per messa online sul sito).
• Un canale youtube che diventi contenitore di tutti gli spot e dei backstage considerati come approfondimenti che segua tutto il processo creativo.

Gli studenti realizzeranno una serie di spot/video di carattere sociale che affrontino il tema della violenza di genere con evidenti componenti di creatività e possibilità di comunicazione e diffusione. Gli elementi costitutivi sono: ideazione, testo, musica, immagini, scenografia, recitazione, grafica, produzione video. Le diverse forme di arte e artigianalità saranno scelte dagli studenti secondo le preferenze e le affinità personali.

Modalità di diffusione del Progetto

I diversi elaborati prodotti dagli studenti (spot/video/cortometraggi/backstage) unitamente ai contenuti formativi sui temi legati alla Convenzione di Istanbul confluiranno su questa piattaforma digitale creata ad hoc. Inoltre verranno diffusi in rete (social network, You Tube, Twitter, Facebook, siti Istituzionali) e attraverso tutti i canali di comunicazione (stampa, e canali TV nazionali e locali). In particolare, individueremo tra gli studenti quelli con knowhow specifico sulle diverse forme di comunicazione WEB, i cosiddetti youtubers, che possano diventare promotori e comunicatori virali degli spot.

SCARICA LA LOCANDINA

BE AWARE OF SEX TRAFFICKING

PROGETTI IN CORSO

NEWS ED EVENTI

TESTIMONIANZE